COMUNICATO STAMPA INTESE. Il Governo assicura la copertura finanziaria

COMUNICATO STAMPA INTESE. Il Governo assicura la copertura finanziaria

Risposta all’interpellanza parlamentare dell’on. Valdo Spini

Intese – Spini “parzialmente soddisfatto”

Roma, 5 dicembre 2007 (NEV-CS107) – “Finalmente il governo si è preso l’impegno di trovare i fondi necessari per la copertura finanziaria dei disegni di legge sulle otto Intese – due modifiche e sei nuove – firmate lo scorso 4 aprile dalla Presidenza del Consiglio”. Lo ha dichiarato l’on. Valdo Spini (gruppo misto), valdese, al termine della sua interpellanza svoltasi oggi alla Camera dei Deputati. Spini, tuttavia, si è detto solo parzialmente soddisfatto e ha invitato il governo, nel caso chiedesse la fiducia sulla legge finanziaria per l’anno 2008, di stare bene attento a che nel testo sia trascritto questo preciso impegno”.

Le bozze d’Intesa già approvate dal Consiglio dei ministri riguardano: I Testimoni di Geova, la Chiesa Apostolica in Italia, la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni, la Sacra arcidiocesi ortodossa d’Italia, l’Unione induista italiana e l’Unione buddista italiana. Inoltre ci sono due modifiche a Intese già esistenti che riguardano la Chiesa evangelica valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi), che consentirà di accedere anche alle quote non espresse dai contribuenti dell’otto per mille dell’Irpef, e l’Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste, per il riconoscimento dei titoli di studio rilasciati dall’Istituto di cultura biblica avventista di Firenze.

Nel quadro del “Question Time” di oggi, Spini si è detto “sorpreso” del fatto che le Intese con le suddette confessioni religiose, pur firmate otto mesi fa, non siano ancora state tradotte in disegni di legge, come invece stabilito a norma dell’art. 8 della Costituzione italiana. Ad assicurare la copertura finanziaria necessaria ai disegni di legge è stata Rosa Rinaldi, sottosegretaria al Ministero del lavoro e della previdenza sociale, precisando che sono state reperite le risorse in un fondo di accantonamento per la finanziaria 2008, e che subito dopo la sua approvazione sarà possibile riprendere l’iter parlamentare delle Intese già siglate.

http://www.icn-news.com/?do=news&id=1997

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *