Modena, trapiantato fegato senza trasfusioni a testimone di Geova

Modena, trapiantato fegato senza trasfusioni a testimone di Geova

L’intervento, durato sette ore, è stato effettuato su un paziente di circa 55 anni, ora in buone condizioni

Modena, trapiantato fegato senza trasfusioni a testimone di Geova

Giorgio Enrico: ”Un risultato straordinario perchè coniuga le esigenze terapeutiche con le profonde convinzioni religiose del paziente”

ascolta la notiziaascolta la notizia

Roma, 18 ott. – (Adnkronos/Adnkronos Salute) – Un fegato nuovo e’ stato trapiantato senza trasfusioni di sangue a un paziente testimone di Geova. E’ il primo intervento del genere eseguito al Centro di trapianto multiviscerale di fegato e di chirurgia epato-bilio-pancreatica dell’ospedale universitario di Modena. “Si tratta di un risultato straordinario – commenta il direttore del centro, Giorgio Enrico Gerunda – perche’ coniuga esigenze terapeutiche con le profonde convinzioni religiose del paziente che non puo’ ricevere trasfusioni di sangue”.

Da tempo – prosegue Gerunda – il nostro Policlinico e’ un punto di riferimento a livello regionale e nazionale per la comunita’ dei testimoni di Geova, in quanto siamo in grado di svolgere un’ampia gamma di interventi senza ricorrere alle trasfusioni. Ma un trapianto – sottolinea – e’ un intervento di complessita’ eccezionale che, quindi, presentava problematiche diverse”. L’intervento, durato sette ore e uno dei pochi finora eseguiti in Italia, e’ stato effettuato all’inizio della settimana scorsa su un paziente di circa 55 anni, ora in buone condizioni.

“Durante il trapianto – spiega Gerunda – vengono attuate tutte le procedure previste per il recupero del sangue intraoperatorio, con immediata reinfusione in circolo. Cosi’ e’ possibile in tutti i casi risparmiare il consumo del sangue e nel caso specifico evitare le trasfusioni. Abbiamo altri cinque pazienti testimoni di Geova in lista di attesa e speriamo di poter soddisfare in tutti i casi le loro esigenze di salute e di fede religiosa”, conclude il chirurgo.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/EmiliaRomagna.php?id=3.0.2604125178

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *