Monza: battezzati 50 nuovi

Monza: battezzati 50 nuovi
“testimoni” di Geova

La giornata di sabato 1 luglio, ha segnato una svolta nella vita di una cinquantina di nuovi Testimoni, che si sono battezzati per immersione completa in acqua nelle due piscine appositamente costruite in occasione dell’incontro dei testimoni di Geova in corso di svolgimento a Monza, presso lo Stadio Brianteo.
Un fragoroso applauso, dei circa 8.000 presenti ha accompagnato l’immersione dei candidati. Il battesimo dei testimoni di Geova – come ci riferisce Renato Onesti dell’Ufficio Stampa – “E’ identico a quello in uso nel primo secolo, e cioè per immersione e non per aspersione. Questo è insito nello stesso verbo “battezzare” che viene dal greco baptizein, che letteralmente significa immergere, sommergere, tuffare’. Per noi – continua Onesti – il battesimo è un simbolo esteriore della dedicazione completa, incondizionata e senza riserve che il battezzando ha fatto tramite Gesù Cristo a compiere la volontà di Dio”.

geova.jpg

Ecco alcune dichiarazioni dei nuovi neofiti:
Anna, sessantaquattrenne di Milano Bonola dice ”I consigli di Geova Dio mi hanno aiutata a cambiare in meglio la mia vita. Prima di conoscere Geova avevo un carattere irascibile e impulsivo, ora grazie all’applicazione dei principi biblici, sono più serena con un miglioramento nei rapporti interpersonali”.
Annalisa, ventenne di Novate Milanese, dichiara: “Sono felice che grazie allo studio della Bibbia, ho potuto evitare dei problemi comuni ai miei coetanei. Mi sento realizzata nell’ impiegare la mia vita al servizio del Creatore”.
Gabriele, 14 anni di Lecco, studente ha detto: “Voglio servire in modo completo il mio Dio Geova, ecco perché ho deciso di fare questo passo importante”.
E’ la prima volta i testimoni di Geova tengono due grandi raduni consecutivi presso lo Stadio “Brianteo” di Monza. Il primo è in corso da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio, mentre il secondo è in programma da venerdì 7 a domenica 9 luglio. Parteciperanno circa 18-20mila delegati provenienti dalle città di Milano, Monza, Sondrio, Lecco, Como e Lodi.

geova1b.jpg

Questa mattina c`è stato un dramma in costume che ha evidenziato cosa significhi essere leali a Dio, mentre al pomeriggio il discorso pubblico dal tema “La liberazione mediante il Regno di Dio è vicina!” è stato pronunciato da Giorgio Caminiti ministro viaggiante dei testimoni di Geova, che ha preso in esame le prove bibliche relative alla veracità di questa affermazione.
Il programma del congresso è stato inoltre chiuso dal discorso “Teniamoci in aspettazione` mentre il giorno di Geova si avvicina!”, che sarà pronunciato da Franco Maranini di Roma, membro della filiale italiana dei testimoni di Geova.
In Italia gli associati ai Testimoni di Geova sono 400.000, di cui oltre 230.000 evangelizzatori, distribuiti in più di 3.000 comunità sparse su tutto il territorio nazionale.
“Il legame tra Monza e i Testimoni di Geova è sempre stato molto forte e quest’anno si è ulteriormente consolidato – spiegano Giuseppe Di Biasi e Renato Onesti, responsabili stampa del congresso – La scelta di tenere due grandi raduni non è casuale ma è dovuta al forte incremento in Lombardia, che ha il numero più alto di Testimoni di Geova in una regione italiana, oltre 32mila, distribuiti in 395 comunità di cui 22 di lingua straniera”..

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *