Variante per i Testimoni di Geova, i cattolici escono dall’aula.

Variante per i Testimoni di Geova, i cattolici escono dall’aula.

Il via libera alla costruzione della sala per il culto dei Testimoni di Geova ha animato il consiglio comunale convocato per approvazione del conto consuntivo. Si doveva votare la presa d’atto delle mancate osservazioni a una variante del piano regolatore già approvata dal Consiglio, per far nascere la Sala del Regno nel quartiere di Sa terra Mala, in via Benedetto Croce. Tutti i partiti di ispirazione cattolica, tutti i consiglieri di ispirazione cattolica (salvo Pietro Sanna di Forza Paris che ha votato contro), sono infatti usciti dall’aula. Giovanni Cucca de La Margherita ha contestato la delibera (difesa da Giuseppe Pintori di Rifondazione) chiudendo un approfondimento sull’area acquistata dai testimoni di Geova. Alla fine, comunque, il via libero definitivo alla variante è arrivato con 13 voti a favore e alcuni astenuti. Unanimità, invece, su un ordine del giorno proposto da Mondino Deiara per sollecitare l’accreditamento dei fondi da parte della Regione dell’assistenza ai disabili che aspettano l’assegno da oltre sei mesi: il documento impegna la giunta anche a verificare se sia possibile un’anticipazione di cassa per tamponare le necessità delle famiglie in crisi.
L’assemblea civica ha potuto procedere in seconda convocazione, dopo la seduta saltata l’altro giorno per mancanza del numero legale (una storia con conseguente sospensione che si è ripetuta anche ieri) all’approvazione del conto consuntivo: una parte dell’opposizione che si è astenuta (tre), e il voto contrario dei civici de La città in Comune, il documento contabile ha avuto 22 voti a favore. “Abbiamo centrato il 90 per cento degli obbiettivi del bilancio di previsione”, ha detto Gianni Angioi sottolineando poi il rispetto del patto di stabilità che fa ben sperare anche per l’anno in corso. “Diamo atto dello sforzo degli uffici – ha motivato il suo no il civico Giuseppe Tupponi – ma è la giunta ad essere venuta meno se nel 2006 solo a novembre ha approvato gli obiettivi da indicare ai dirigenti”.

http://www.unionesarda.it/

 http://www.cristianitestimonidigeova.net/Portal/articolo.aspx?Articolo=632

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *